Dott.ssa Giulia Rinaldi
Figli adolescenti difficili: il ruolo dei genitori, Verona (VR) - Montecatini-Terme (PT)

Aggiungi alla Mia Lista

Genitori e adolescenti violenti: come ristabilire la gerarchia nella famiglia

Articolo pubblicato il 24 Giugno 2010.
L'articolo "Genitori e adolescenti violenti: come ristabilire la gerarchia nella famiglia" tratta di: Difficoltà nell'Educazione dei Figli.
Articolo scritto in collaborazione con il Dott. Michele Dolci.

Che cosa succede in una famiglia quando ci si ritrova alle prese con un figlio "difficile" o "violento"? Come reagiscono i genitori di fronte ai "giovani tiranni"? E perché molto spesso questi ragazzi riescono a "vincere"; e a portare i loro genitori a ritirarsi o a comportarsi in modo irragionevole?
Lo scopo degli adolescenti è quello di cercare una forma di dominio e controllo per poter fare a modo loro. E per questo possono giungere a mettere in atto dei veri e propri "ricatti" sui genitori: dai ricatti emotivi, che fanno leva su emozioni come paura o senso di colpa, a quelli estremi, i ricatti fisici, ovvero l'uso della violenza fisica, come calci, pugni, ecc.

Nel tentativo di capire come reagire a questo tipo di comportamenti, i genitori spesso fluttuano tra risposte ipo-reattive (non provare o fare niente: i genitori hanno imparato semplicemente ad arrendersi e non sembrano essere troppo sconvolti da questo) e risposte iper-reattive (provare troppo intensamente, gridare, minacciare). Entrambe le risposte, si rivelano inefficaci e anziché risolvere il problema o interrompere per sempre il comportamento violento del figlio, lo mantengono fino a peggiorarlo. Questo, perché basate sul concetto di reattività: ogni volta che un genitore diventa reattivo e risponde “a caldo” alla provocazione del figlio, perde una significativa quota di potere. E l'adolescente ne acquista sempre di più.

La reattività è collegata a tutte quelle emozioni provate dai genitori, alle prese con le sfide e le provocazioni dei loro figli: rabbia, paura, dolore, senso di colpa. Tutte le volte che, sulla base di queste emozioni, un genitore perde le staffe dinanzi al comportamento del figlio, non fa altro che alimentare l'escalation che condurrà al conflitto e in alcuni casi alla violenza.
Affinché un genitore possa sentire un maggior senso di controllo e di autorevolezza, è necessario passare da una posizione di reattività a una di Pro-attività. Che significa?

Pro-attività significa evitare di reagire, o di urlare, fare prediche e minacciare al momento dello scontro, ma agire a freddo dopo, con un intervento meditato e dalla valenza educativa. In altri termini, si blocca la reazione a caldo, per agire con un'azione mirata e focale in un secondo momento.
Per fare un esempio, la ragazzina che minaccia di scappare da casa con il ragazzo, se sa che probabilmente il genitore prenderà provvedimenti come polizia o altro, nella maggior parte dei casi eviterà di scappare.

In sintesi, imparare a riconoscere come reagiamo di fronte a un battibecco con nostro figlio e quali emozioni ci mandano in tilt e, in seguito, mettere in atto un intervento pro-attivo, sono i primi passi che permettono di restituire alla coppia genitoriale l'autorevolezza richiesta dalla loro posizione nella gerarchia familiare. In una parola, di tornare a essere genitori.

Riferimenti bibliografici
  • Price J., "Power & Compassion" (1996), Guilford Press, New York, London
  • Balbi, Boggiani, Dolci, Rinaldi, "Adolescenti violenti", (2009) Ponte alle Grazie, Milano

Contatta privatamente la Dott.ssa Giulia Rinaldi

Nome e Cognome
Urgenza
       
Mail (obbligatorio)
Telefono (facoltativo)
Domanda o richiesta appuntamento

CHE COSA SCRIVERE
Sentiti libero di chiedere alla Dott.ssa Giulia Rinaldi quello che desideri: un appuntamento, una consultazione o semplicemente la risposta ad una domanda. Scrivi tranquillamente, questo è un contatto iniziale.

NOTA
I navigatori sono tenuti a rispettare lo scopo di questo elenco.
I professionisti sono qui per aiutare le persone con il proprio lavoro, questo non è un luogo di aiuto tesi, bibliografie o pubblicità di qualsiasi tipo.

Buongiorno,
l'ho trovata su PsicoCitta.it ...
Scrivimi
Centro HT Network PsicoCitta.it HumanTrainer.com Psicologia-Psicoterapia.it
Sede: Cesena (FC):
Via Eugenio Curiel N° 26 - tel. 0547.28909

Area Professionisti:

Contatta la Redazione: 0547.28909
(da lunedì al venerdì - orario 9:00-13:30 / 14:15-17:45)