Dott.ssa Maria Leoni
Psicologo Psicoterapeuta, Brescia (BS)

Contatta
scrivi un commento
Aggiungi alla Mia Lista
4.5

1 commento

Piace per: Umanità.
[+]
Opinioni sulla dott.ssa Maria Leoni X
Consigliata
dal 100% delle persone
4.5
Piace per:
  • Umanità
Presentazione della Dott.ssa Maria Leoni

Sono la dott.ssa Maria Leoni, Psicologa e Psicoterapeuta, iscritta all'albo della Lombardia al n. 10.084. Mi sono laureata in Psicologia all'Università a Padova e, successivamente, specializzata con lode presso la Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Cognitiva a indirizzo Costruttivista del CESIPc di Padova.

Ho svolto un Master in Sessuologia clinica presso la Scuola di specializzazione di Psicoterapia interattivo-cognitiva di Padova.
Ho svolto per diverso tempo il lavoro di educatrice presso una comunità terapeutica per pazienti con problemi di tossicodipendenza e alcooldipendenza, ambito presso il quale continuo a lavorare anche oggi, ma come Consulente e Psicoterapeuta.
Sono stata responsabile di un Centro di Aggregazione Giovanile dove ho avuto modo di avvicinarmi al mondo dell'infanzia, dell'adolescenza e al complesso sistema delle relazioni tra genitori e figli.

L'amore per questa disciplina è nato tanti anni fa, durante le scuole superiori. Avvicinata alla disciplina della "Psicologia", ai concetti di conscio, inconscio, emozione, percezione, istanze, ecc. la curiosità iniziale si è tramutata in interesse e, giorno dopo giorno, in vera passione.

All'inizio ho subìto anche io il fascino delle teorie di stampo psicoanalitico; poi, nel corso degli anni accademici, mi sono sempre più avvicinata a forme alternative di vedere l'uomo e di conseguenza la psicologia. In particolare, sono molto interessata alla Psicologia dei Costrutti Personali, teoria nata negli Stati Uniti a opera di George Kelly.
Questo tipo di approccio alla persona mi affascina per diversi motivi: il primo è sicuramente legato allo sforzo che Kelly ha compiuto nel cercare di uscire dalle concezione tipica di norma.

Kelly parte da un presupposto molto semplice, che si può riassumere in una frase:

"Se non sai cosa non va in un paziente, chiediglielo. Te lo può dire".
(Kelly, 1955)

Cosa vuole dirci Kelly con questa provocazione?
Prima di tutto significa partire dal presupposto che non vi è nulla di certo e, quindi, di immodificabile. Vuol dire anche:

  • prendere la persona nei suoi termini;
  • guardare al problema con i suoi occhi;
  • andare oltre ai soliti concetti di malato vs sano;
  • superare il concetto di giusto vs sbagliato.

Concetti tutti che di solito "inchiodano" le persone in una sorta di fissità, con la sensazione molto forte che non vi sia nulla di modificabile. Diversamente, con questa corrente si vuole co-costruire significati nuovi, promuovere la creatività e non ostacolare il naturale cambiamento: in una parola, significa iniziare a pensare di poter essere liberi.

La psicoterapia

Marcel Proust ha scritto:

"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre,
ma nell'avere nuovi occhi
".

Credo che questa immagine ben rappresenti cosa intendo per percorso di psicoterapia.

Nella psicologia dei costrutti personali, l'approccio al quale mi ispiro e con il quale mi identifico, il disturbo è definito come «Qualsiasi costruzione personale che tende ad essere usata nonostante ripetute invalidazioni» (G. Kelly, 1955). Questo significa che la persona si trova in una situazione dove non vede vie d'uscita o alternative possibili a ciò che momentaneamente sta vivendo.

L'obiettivo della terapia è quello di favorire la ripresa del movimento, aiutando la persona a costruire alternative Altre al suo malessere.
Usare nuovi occhi, indossare nuovi occhiali per guardare al mondo, sé stesso, le proprie relazioni.

Certamente non è un lavoro facile e nemmeno privo di momenti di impasse, ma di certo può dare enormi benefici. Quando la persona può iniziare a raccontarsi una storia vecchia (ad esempio i rapporti con qualcuno che è stato per lui importante), in un modo nuovo, abbiamo fatto l'esperienza dell'assunto filosofico più importante dell'intero complesso teorico costruttivista, vale a dire l'alternativismo costruttivo:

"[...] perfino gli accadimenti più ovvi della vita quotidiana
potrebbero rivelarsi totalmente trasformati se fossimo
sufficientemente creativi da costruirli in maniera diversa
".
(Kelly, 1966)

Fatta questa scoperta del rapporto tra conoscenza e realtà, il paziente può porre a "revisione" la maggior parte delle sue convinzioni ed esperienze. Entra in campo, ed è un punto di non ritorno, la responsabilità individuale nel processo di costruzione della nostra "felicità", del modo in cui vogliamo vivere e del mondo in cui vogliamo partecipare.

Riferimenti per contattarmi

Ricevo presso il mio studio di Psicologia e Psicoterapia nella città di Brescia: un progetto desiderato e al quale dedico molte energie ma con enormi soddisfazioni.

Lo studio di Psicologia e Psicoterapia è in Via Balestrieri 2/A a Brescia.
Puoi contattarmi telefonicamente al numero 346.38...346.3886812 oppure scrivermi attraverso il form di contatto presente in questa pagina.

Contatta privatamente la Dott.ssa Maria Leoni

Nome e Cognome
Urgenza
       
Mail (obbligatorio)
Telefono (facoltativo)
Domanda o richiesta appuntamento
Policy privacy

CHE COSA SCRIVERE
Sentiti libero di chiedere alla Dott.ssa Maria Leoni quello che desideri: un appuntamento, una consultazione o semplicemente la risposta ad una domanda. Scrivi tranquillamente, questo è un contatto iniziale.

NOTA
I navigatori sono tenuti a rispettare lo scopo di questo elenco.
I professionisti sono qui per aiutare le persone con il proprio lavoro, questo non è un luogo di aiuto tesi, bibliografie o pubblicità di qualsiasi tipo.

Scrivimi
Rendi più visibile il tuo Studio in Internet
ricevi contatti mirati in base alle tue competenze

Area Professionisti:

Contatta la Redazione: 0547.28909
(da lunedì al venerdì - orario 9:00-13:30 / 14:15-17:45)