Dolore cronico: sindrome del dolore cronico

Dolore cronico: definizione, sintomi, terapia del dolore, psicologia

Dolore cronico: definizione

Il dolore cronico è quella sofferenza che si prova per lungo tempo - più di quello previsto per una degenza dovuta a malattia - in modo costante e continuativo: la sua durata, infatti, supera i 3 o 4 mesi. Per via delle sue caratteristiche, può essere considerato vera e propria patologia.

La sindrome del dolore cronico è invalidante e compromette la qualità della vita di una persona, dal momento che ne condiziona le normali attività quotidiane. Oltre alle conseguenze fisiche, infatti, chi ne soffre deve affrontare anche quelle sul piano lavorativo, sociale, emozionale e psicologico.

Dolore cronico: sintomi, cause

I sintomi più comuni di dolore cronico sono artrite, ricorrenti mal di testa, lombalgia cronica, fibromialgia, neuropatia.
Il dolore cronico può essere associato a patologie gravi come quelle oncologiche o meno gravi, come quelle artitritiche o muscolo-scheletriche, le emicranie, ecc.
Non di rado una persona può esserne colpita senza alcun motivo apparente.

Dolore cronico neuropatico è il termine che tecnicamente viene utilizzato per indicare la sofferenza che colpisce il sistema nervoso; a questa forma si contrappone poi il dolore cronico "nocicettivo", che riguarda, invece, i danni ai tessuti. La differenza tra le due forme determina anche il tipo di farmaci che possono essere prescritti.

Dolore cronico e terapia del dolore

Per affrontare il dolore cronico si ricorre a vari tipi di terapia, come quella farmacologica, la chirurgia, la fisioterapia, la neurostimolazione ed il sostegno psicologico. Il trattamento di questa patologia, infatti, risulta più efficace quando è "multidisciplinare".

I farmaci che vengono prescritti più di frequente sono gli analgesici.
In generale, quando il dolore è moderato o comunque non troppo intenso, al paziente vengono prescritti i FANS - gli antinfiammatori non steroidei – oppure paracetamolo; in caso di dolore intenso, invece, si può ricorrere all'assunzione di oppiacei.

Negli ultimi anni, poi, si sta sostenendo sempre di più l'importanza di insegnare al paziente a convivere con il dolore e migliorare comunque la qualità della sua vita, trasmettendogli, quindi, tutte le strategie necessarie per poterlo gestire.

Dolore cronico: psicologia

Come anticipato, il dolore cronico provoca varie conseguenze nella vita di una persona. Tra queste vi può essere il suo chiudersi in se stessa, allontanandosi dal mondo esterno.

Dolore cronico e depressione spesso vanno di pari passo: la persona sofferente può sentirsi più vulnerabile, vivere forti sensazioni negative e convincersi che la sua vita non potrà che peggiorare.

Molti pazienti affetti da dolore cronico, inoltre, soffrono di disturbi d'ansia e, in generale, risultano più timorosi di altri. La loro paura del dolore col tempo finisce con l'alimentare il dolore stesso.
In questi casi il sostegno psicologico offerto da un professionista risulta molto efficace: guidare il paziente, aiutarlo ad affrontare le sue paure e a conquistare un maggior controllo sul dolore può far sì che la negatività legata alla sua situazione diminuisca e che riesca ad ottenere notevoli miglioramenti nella qualità della sua vita.

Psicologi e Psicoterapeuti che si occupano di Dolore cronico: sindrome del dolore cronico
Corsi e Gruppi
Milano (MI) - 15 Settembre 2022 Presentazione gratuita ONLINE "Corso di Mindfulness e riduzione dello stress"
La pratica della Mindfulness. Presentazione gratuita del Corso MBSR – Mindfulness Based Stress Reduction Program (Programma ...
Torino (TO) - Iscrizioni aperte Gruppo continuativo di Psicodramma
Il Gruppo è condotto con il metodo dello Psicodramma ideato da Jacob Levy Moreno (Psicodramma Classico). Il metodo, che mira ...
Articoli
Psicoanalisi della Relazione
Psicoanalisi della Relazione: i fondatori e le origini in breve Il gruppo di studiosi che ha dato vita a questo indirizzo fa capolino ... Leggi tutto
Vincere gli attacchi di panico con l'autoipnosi
Cosa è l'ansia? L'Ansia è un'emozione associata a un atteggiamento di attesa di un evento indefinito e non immediato considerato ... Leggi tutto
Rendi più visibile il tuo Studio in Internet
ricevi contatti mirati in base alle tue competenze

Area Professionisti:

Contatta la Redazione: 0547.28909
(da lunedì al venerdì - orario 9:00-13:30 / 14:15-17:45)