Adozione

Adottare un bambino: i Genitori e i Figli Adottivi

L'Adozione e il Percorso Adottivo

La possibilità di adottare un bambino permette a una coppia che non può avere figli di formare una famiglia e a una coppia che ha già figli di "arricchirla". Soprattutto garantisce a ogni bambino il diritto di essere amato, custodito e protetto, ponendo in primo piano il suo interesse e il suo benessere.
La legge infatti prevede che gli aspiranti genitori dimostrino la propria idoneità all’adozione: stato civile, stabilità della coppia, capacità economica, salute psico-fisica dei coniugi ecc.
Si devono quindi presentare documenti, fare colloqui con Assistenti sociali, Psicologi e svolgere altre procedure regolate dal tribunale dei minori, incaricato di rilasciare il decreto di idoneità.

Adottare un bambino. Talvolta l’adozione richiede lunghi tempi di attesa, che permettono ai genitori di risolvere eventuali disagi personali o di coppia e di prepararsi emotivamente all’incontro con il figlio adottivo. È come una specie di "gestazione" che porta alla "nascita adottiva", in cui il legame familiare deriva da una scelta consapevole e dall’amore, e può costituire un’esperienza magnifica sia per i genitori che per il bambino.
In questo percorso è molto importante che la coppia rifletta sulla motivazione della sua scelta.
Deve essere preparata ad accogliere il bambino reale, la sua identità, il suo nome e il fatto che possa essere diverso dai propri sogni. Inoltre deve essere pronta ad accogliere anche i disagi del bambino che, spesso, proviene da una situazione difficile, talvolta drammatica, segnata in ogni caso dalla perdita e dal distacco dai genitori naturali. Anche se è molto piccolo infatti può ricordare l’abbandono, l’allontanamento dal grembo materno e, nel caso di adozione internazionale, la sua terra, la sua lingua, la sua cultura.

Figli adottivi. In genere un possibile distacco viene superato man mano che costruisce la relazione con i genitori, che lo hanno a lungo desiderato. È comunque importante saper cogliere le emozioni di disagio che potrebbero affiorare, e conciliare l’esperienza passata del bambino con quella presente e futura.
A volte infatti i figli adottivi, pur non esprimendo il loro disagio a parole, potrebbero manifestare malessere o tensioni.
Se sono stati abbandonati possono essere convinti che sia stata colpa loro. Possono avere paura di essere abbandonati di nuovo, quindi attaccarsi molto ai genitori ed essere iper-ubbidienti o, al contrario, avere un atteggiamento più indipendente e autonomo del normale in adolescenza. Una volta cresciuti potrebbero voler conoscere la propria storia e i propri genitori naturali, e bisogna essere pronti ad affrontare l’argomento, anche chiamato "tema delle origini".
Per questo è consigliabile, fin da subito, cominciare a scrivere la storia del bambino, raccogliere informazioni su di lui, sui suoi "primi passi" o elementi del suo passato che un giorno sarà possibile raccontargli.

La consulenza psicologica è consigliata alle coppie che non sono riuscite a concepire un figlio in modo naturale, per aiutarle a superare la cosa nel modo più sereno possibile. Ed è proprio nel rapporto con uno Psicologo che molte persone maturano la scelta consapevole di adottare, stabilendo con lui un rapporto di fiducia per affrontare le varie tappe dell’adozione fino alla crescita del bambino.
Così riusciranno a colmare il senso di vuoto, a fare spazio al bambino adottivo, a essere in grado di sostenerlo e aiutarlo.
La consulenza psicologica è consigliata anche per il figlio adottivo nel caso manifesti problematiche in modo intenso e per un lungo periodo, come ad esempio: sensi di colpa, sfiducia in se stesso e negli altri, confusione sulla sua identità, problemi di memoria, difficoltà di apprendimento, fobie, umore depresso o tendenza all’isolamento.
Si tratta comunque di casi rari, che costellano un universo felice, poiché l’adozione si risolve quasi sempre in un amorevole incontro.

Psicologi e Psicoterapeuti che si occupano di Adozione
Corsi e Gruppi Adozione

Tutti i Gruppi/Corsi che trattano di Adozione

Corsi e Gruppi
Torino (TO) - 29 Novembre 2017 Conferenza gratuita: La Comunicazione Positiva. Migliorare la Comunicazione per semplificarsi la vita
"Parlare in continuazione non significa comunicare". (dal film "Se mi lasci ti cancello") Programma ...
Bologna (BO) - 15 Maggio 2018 Incontro gratuito: "Luoghi, spazi e modi del gruppo: il gruppo come agente di benessere"
Durante l'incontro saranno utilizzati alcuni metodi attivi ed esperienziali al fine di toccare con mano quanto il gruppo sia uno strumento ...
Articoli
Attaccamento e unioni omosessuali
In Italia è in corso il dibattito sociale e politico relativo all'adozione da parte di coppie omosessuali. In molti paesi europei ... Leggi tutto
Rendi più visibile il tuo Studio in Internet
ricevi contatti mirati in base alle tue competenze

Area Professionisti:

Contatta la Redazione: 0547.28909
(da lunedì al venerdì - orario 9:00-13:30 / 14:15-17:45)