Cos'è il Problem Solving?

Articolo pubblicato il 3 Ottobre 2016.
L'articolo "Cos'è il Problem Solving?" tratta di: Problem Solving.
Articolo scritto dalla Dott.ssa Elvira Larosa.

Il problem solving consiste nella capacità di risolvere i problemi della vita ed è legato alla capacità non solo di apprendere. È un processo che si svolge lungo tutto l'arco della vita e sorregge le potenzialità di cambiamento in senso esteso. Il problem solving è uno strumento multifattoriale della mente.

Tutte le competenze trasversali permettono di affrontare le difficoltà davanti a cui la vita ci pone, sia dal punto di vista pratico che emotivo e relazionale, per risolvere adeguatamente anche quelle situazioni nuove e sconosciute. Mentre l'apprendimento si correla col saper fare cose conosciute, il problem solving è la risultante di processi cognitivi che permettono di raggiungere una soluzione nuova a un problema nuovo o mai risolto prima. Pertanto il problem solving è legato a fattori quali intelligenza, conoscenza, cultura, senso di sicurezza ed autostima, oltre che a:

  • pensiero critico,
  • creatività
  • gestione costruttiva delle emozioni

Potresti avere bisogno di un intervento terapeutico per compiere operazioni complesse cognitive-emotive tese all'analisi simultanea di ogni singola componente del tuo problema e alla risposta simultanea positiva che le racchiuda tutte.

Attraverso la Psicoterapia e l'EMDR è possibile fare una installazione di risorse, ricorrere alle parti dissociate che impediscono il raggiungimento dei traguardi, lavorare su di esse e integrarle nella loro specificità, valorizzandole come contributi diversi con una specificità complementare alla soluzione del problema.

Gli ostacoli maggiori alla soluzione di problemi nuovi/originali dipendono dai nostri schemi mentali, cioè da come abitudinariamente affrontiamo la realtà e dal nostro modo di interpretarla. Quanto più questa interpretazione del mondo è statica dentro di noi, tanto maggiore e immodificabile sarà l'incapacità di risolvere le difficoltà e i problemi, costringendoci sempre a chiedere aiuto anche quando potremmo evitarlo.

Il problem solving esige duttilità, mente dinamica e disponibilità al cambiamento ovvero versatilità. Le persone che incontrano difficoltà nel problem solving sono soprattutto coloro che incontrano difficoltà a cambiare idea, fattore indispensabile per poter cambiare davvero ed essere dinamicamente plastici e adattabili ai tempi che la nostra epoca ci impone.

Sia la pedagogia che la psicologia ispirate al problem solving auspicano che la difficoltà individuale a risolvere i problemi sia affrontata come "situazione problematica" che stimola fortemente la ricerca di soluzioni originali, piuttosto che tentare di applicare schemi appresi già noti ma che non hanno dato risultati.
Cercare percorsi nuovi porta a sviluppare autonomia di giudizio, pensiero creativo, consapevolezza delle proprie capacità oltre che duttilità e flessibilità sia nella ricerca della soluzione a un problema personale che interpersonale.

Il problem solving, attraverso l'aiuto professionale di uno Psicoterapeuta, permette di individuare le proprie esigenze più intime; mettere ordine a pensieri e comportamenti disfunzionali per arrivare più facilmente a quella soluzione del problema che ci consenta di star bene con noi stessi e con gli altri.

Tu non avere dubbi a contattare un professionista: solo attraverso qualche colloquio potrai renderti conto di quanto gli orizzonti possano essere ampi e complessi tali da garantirti soluzioni spesso così semplici davanti ai tuoi occhi ma che non riuscivi proprio a vedere.

Rendi più visibile il tuo Studio in Internet
ricevi contatti mirati in base alle tue competenze

Area Professionisti:

Contatta la Redazione: 0547.28909
(da lunedì al venerdì - orario 9:00-13:30 / 14:15-17:45)