Home / Italia / Dottssa Anna Maria Di Biase / Articolo Psicologo

Articolo di psicologia: «Sintomi come messaggio: la Psicosomatica»

La malattia che cerca di guarirci

Articolo pubblicato il 20 Febbraio 2015.
L'articolo "La malattia che cerca di guarirci" tratta di: Psicosomatica.
Articolo scritto dalla Dott.ssa Anna Maria Di Biase.

Quando le persone si ammalano, per comprendere la genesi della malattia di solito ci si interroga sulle variabili fisiologiche e/o costituzionali: alimentazione, qualità dell'aria e dell'ambiente, familiari che hanno contratto la stessa malattia...
Secondo il dott. Philippe Dransart, Medico omeopata a Grenoble, queste variabili costituiscono un aspetto, una "faccia della medaglia": esiste però l'altra faccia, che è "l'innesco" psico-emozionale.

Se guardo della moneta solo il lato "testa", ho bisogno di girarla per poter vedere anche il lato "croce"; entrambi gli aspetti coesistono nello stesso oggetto, ma ho bisogno di due diversi punti di vista per poterli considerare entrambi. Allo stesso modo, se mi tengo una polveriera in cantina, posso tenerla per quarant'anni e non succede niente, fino a quando... qualcuno arriva con un cerino acceso. Questo cerino acceso rappresenta la variabile psico-emozionale che innesca la malattia.

Renata, 43 anni, era una lavoratrice attiva e autoritaria e tendeva a dirigere le persone. In occasione di uno scontro di opinioni con il capo, una collega addossò la responsabilità a Renata.
Renata non se l'aspettava e il giorno dopo ebbe una colica epatica.
Gli esami rivelarono la presenza di un grosso calcolo, che probabilmente era lì da tempo, senza essersi mai manifestato.

Roger, 42 anni, dirigente d'azienda, aveva dovuto smettere di lavorare per diversi mesi a causa delle vertigini provocate dalla Sindrome di Ménière.
I disturbi comparvero poco dopo un avanzamento di carriera e il relativo aumento di responsabilità, che Roger temeva di non potersi sobbarcare.
Egli, parlando del suo carico di responsabilità, disse al medico: «... mi fa venire le vertigini...». Il Medico tacque per lasciare all'uomo la possibilità di riascoltare le sue stesse parole e, di fronte al silenzio del medico, l'uomo poté accostare il termine al sintomo, cioè la vertigine psicologica davanti al carico di nuove responsabilità, e la vertigine fisica come risultato.

Perché la malattia cercherebbe di guarirci?

Perché, in quest'ottica, attraverso la malattia parliamo a noi stessi, e prendiamo il nostro corpo a testimone; ci serviamo dell'organo colpito per comunicare qualche cosa a noi stessi in un linguaggio figurato, metaforico.

I dolori e le lesioni possono essere il riflesso delle emozioni che proviamo: "mi rode, mi irrita...". Ma che cos'è che mi rode e mi irrita?
A che cosa quel dolore è sordo?

Bruna, donna elegante di 50 anni, da 3 anni ha mal di testa.
«Mi prende sempre alla testa», così si esprime. Ma che cos'è che la prende alla testa? E cosa è successo 3 anni fa, prima dell'inizio del sintomo?
Queste domande sono importanti perché aiutano a comprendere il messaggio che il corpo invia, portano ad ascoltare la malattia come se fosse un linguaggio, un linguaggio interiore che non ha avuto altro modo di esprimersi se non quello di manifestarsi nel corpo. Perché accade?

Perché ci sono delle cose difficili da dire anche a se stessi e non solo agli altri, e così il corpo si assume il compito di manifestarle metaforicamente; oppure vogliamo mantenere ad ogni costo un'immagine ideale che abbiamo di noi stessi, e il corpo ci dice la verità, cioè che nel profondo non ne abbiamo veramente voglia; oppure siamo in una contraddizione che non riusciamo a risolvere... e altri motivi.

Quando il corpo manifesta la malattia, i sentimenti provati - come ad esempio irritazione, tristezza, rabbia - si trasformano in sensazioni: prurito, dolore provocato da un'infiammazione, bruciori, respiro affannoso...

Diventa quindi importante comprendere il messaggio comunicato dai sintomi ed entrare in contatto con i sentimenti e le emozioni nascosti, cioè arrivare a riconoscerli e a parlarne, e se possibile trasformarli e lasciarli andare.

Bibliografia
  • "La malattia cerca di guarirmi", Philippe Dransart, edizioni Amrita

Per approfondire

Rendi più visibile il tuo Studio in Internet
ricevi contatti mirati in base alle tue competenze

Area Professionisti:

Contatta la Redazione: 0547.28909
(da lunedì al venerdì - orario 9:00-13:30 / 14:15-17:45)