Centro SDAOS - Disturbi Alimentari e Obesità Cagliari
Terapia dell'obesita' nell'adulto - obesita' bambino, Quartu Sant'Elena (CA)

Contatta
Aggiungi alla Mia Lista

Nuove strategie d'intervento dell'obesita' nell'adulto e nel bambino

Articolo pubblicato il 6 Settembre 2010.
L'articolo "Nuove strategie d'intervento dell'obesita' nell'adulto e nel bambino" tratta di: Obesità.

L'obesità ed il soprappeso sono condizioni in cui l'aumento di peso (prevalentemente dato da grasso) è tale da danneggiare la salute.
Tale aumento è causato da un eccesso di apporto energetico rispetto alle energie spese.
La prevalenza del soprappeso e dell'obesità sta continuando ad aumentare in modo preoccupante, l'Organizzazione Mondiale della Sanità nel 1998, per i pesi occidentali, ha parlato di "epidemia globale".

Il soprappeso e l'obesità si sviluppano per l'interazione di fattori genetici ed ambientali, che determinano nel lungo periodo un bilancio energetico positivo (le calorie assunte con l'alimentazione sono maggiori di quelle consumate). Le persone obese sono più soggette ad acquisire malattie croniche, molte delle quali riducono l'aspettativa di vita. Oltre agli effetti fisici, sussistono anche notevoli effetti psicologici e sociali.

La perdita di peso nelle persone obese ed in soprappeso può ridurre le complicanze fisiche, metaboliche, endocrine e psicologiche, spesso drasticamente, e può ridurre soprattutto la mortalità legata all'obesità.
Tradizionalmente la terapia del sovrappeso e dell'obesità si è incentrata, prevalentemente, ai cambiamenti comportamentali ed ai livelli di attività fisica, dando scarsa attenzione ai modi di pensare dei pazienti (processi cognitivi).

Nel programma d'intervento cognitivo-comportamentale, a fianco alle principali strategie comportamentali usate per favorire una salutare perdita di peso, vengono utilizzate innovative procedure per identificare e discutere i pensieri disfunzionali che portano ad abbandonare il tentativo di dimagrimento e a recuperare il peso perduto.

Nel trattamento dell'obesità, la difficoltà maggiore, non è tanto la perdita di peso, ma il mantenimento del peso perduto nel tempo.
Per raggiungere tale scopo, particolare attenzione viene posta all’identificazione e alla modificazione degli obiettivi irrealistici di peso e alla risoluzione di eventuali problemi (chiamati obiettivi primari) che spesso le persone affette da sovrappeso e obesità cercano di risolvere con il dimagrimento, come ad esempio l’immagine corporea negativa, la scarsa sicurezza di sé e i problemi interpersonali.

Il trattamento inoltre pone la massima attenzione allo sviluppo di una relazione collaborativa e di fiducia reciproca tra terapeuti e paziente, con lo scopo di creare uno spazio in cui il paziente si sente totalmente accolto e supportato nell'affrontare le sue difficoltà.

Sovrappeso ed obesità nel bambino

La più importante conseguenza a lungo termine dell'obesità infantile è il suo protrarsi nell'età adulta. Il rischio aumenta con l'aumentare dell'età del bambino e con la gravità dell'obesità.

Il bambino portatore di un problema di soprappeso ed obesità può presentare molte complicanze tipiche dell'adulto, comprese alcune condizioni di disagio psico-sociale, importanti.
Il trattamento dell'obesità in età evolutiva si rivela più efficace che nelle età successive. In Italia i risultati raccolti dal ministero della salute nel 2001 indicano che la prevalenza del soprappeso, sommato all'obesità in bimbi di 9 anni era del 36%, che è uno dei valori più alti in Europa.

Terapia
Per un'età inferiore ai 7 anni, l'obiettivo non è la perdita di peso ma evitare un aumento ponderale, a meno che non siano già presenti complicanze dell'obesità. L'intervento per il soprappeso nei bambini avviene ad ampio raggio, attraverso un percorso breve che coinvolgerà insieme bambino e famiglia. Esso mira a valorizzare le competenze del bambino, aiutarlo ad acquisire nuove abilità per ridurre il rischio del disagio legato alla consapevolezza del soprappeso e nello stesso tempo accompagnandolo a modificare in modo salutare l’alimentazione e l’attività fisica.

L'obiettivo generale è quello di riportare i bambini e le loro famiglie ad avere un rapporto più naturale con l'alimentazione.
In questo processo è di primaria importanza il coinvolgimento dei genitori e di tutte le figure significative che costituiscono l'ambiente di riferimento.

Il trattamento del soprappeso e dell'obesità del bambino differisce dall'intervento sull'adulto perché:

  1. la responsabilità del successo è fortemente legata al training della famiglia
  2. l'efficacia della terapia cognitivo-comportamentale è molto più legata all'esercizio fisico rispetto alla restrizione calorica
  3. si ottengono migliori risultati a lungo termine

    Contatta privatamente il Centro SDAOS - Disturbi Alimentari e Obesità Cagliari Quartu Sant'elena

    Nome e Cognome
    Urgenza
           
    Mail (obbligatorio)
    Telefono (facoltativo)
    Contatta direttamente:
    Segreteria Centro SDAOS
    dott.ssa Claudia Lecis
    dott.ssa Lorella Melis
    Domanda o richiesta appuntamento
    Policy privacy

    CHE COSA SCRIVERE
    Sentiti libero di chiedere al Centro SDAOS - Disturbi Alimentari e Obesità Cagliari quello che desideri: un appuntamento, una consultazione o semplicemente la risposta ad una domanda. Scrivi tranquillamente, questo è un contatto iniziale.

    NOTA
    I navigatori sono tenuti a rispettare lo scopo di questo elenco.
    I professionisti sono qui per aiutare le persone con il proprio lavoro, questo non è un luogo di aiuto tesi, bibliografie o pubblicità di qualsiasi tipo.

Scrivimi
Rendi più visibile il tuo Studio in Internet
ricevi contatti mirati in base alle tue competenze

Area Professionisti:

Contatta la Redazione: 0547.28909
(da lunedì al venerdì - orario 9:00-13:30 / 14:15-17:45)