Dott.ssa Loriangela Sena
Incubi Notturni e Disturbo Post Traumatico da Stress nei bambini., Milano (MI)

Contatta
Aggiungi alla Mia Lista

Sogni traumatici e incubi nei bambini

Articolo pubblicato il 8 Gennaio 2018.
L'articolo "Sogni traumatici e incubi nei bambini" tratta di: Disturbo Post Traumatico da Stress e Incubi notturni.

Nei bambini i sogni e gli incubi forniscono una finestra sui loro stadi di sviluppo affettivo, cognitivo e neuropsicologico. Forniscono utili chiavi di lettura su come loro affrontano le fasi di sviluppo e in risposta alle realtà esterne. I sogni nei bambini rappresentano il loro mondo, il modo in cui essi lo vedono e lo rappresentano. Per i bambini piccoli la perdita di innocenza dopo un'esperienza traumatica può dunque verificarsi ed esprimersi nei sogni, nei pensieri, nelle verbalizzazioni e nelle azioni.

Il contenuto e la natura dei sogni di bambini e adolescenti in seguito a esperienze traumatiche sono condizionati da molte variabili che comprendono anche la loro personalità e le esperienze individuali.
Molto importante è il grado di esposizione alla morte, al sangue, alle ferite e alla mutilazione di cui sono stati testimoni. La severità dell'incidente può far aumentare la prevalenza di sogni traumatici. Sono stati osservati anche fenomeni come difficoltà di concentrazione e di memoria e sonnambulismo.

Tra i tre e i sette anni i bambini riportano pochi sogni (in particolare durante la fase REM), mentre tra i tre e i cinque anni i loro sogni non hanno una trama e non hanno figure umane, ma spesso animali.
Invece, all'età di undici anni e fino a dodici i sogni si avvicinano a quelli dell'età adulta, per cui i bambini sono capaci di costruire una trama narrativa nel sogno.
Alcuni bambini traumatizzati in età prescolare hanno sogni molto simili a quelli descritti dai bambini più grandi.

I bambini spesso riportano sogni di mostri o animali, che rappresentano simbolicamente le loro paure e il loro senso di vulnerabilità.
I sogni traumatici possono essere legati al pericolo e molto spesso ripetono l'evento traumatico. A volte nei bambini possono rappresentare le loro paure, o non rappresentare un'immagine precisa.
Per alcuni bambini i sogni traumatici possono scomparire pochi giorni o settimane dopo l'evento; per altri, invece, i sogni persistono.

I sogni possono perciò replicare esperienze visuali, uditive e di movimento. I sogni dei bambini abusati, ad esempio, contengono immagini di fughe, punizioni e isolamento; le vittime più giovani spesso sognano simboli concreti come vermi, serpenti o api che entrano ed escono da buchi.

I temi ricorrenti si possono trovare nei giochi e nei disegni.
I sogni possono anche incorporare aspetti come, problemi di protezione, tradimento, perdita o responsabilità.

Dopo un evento traumatico alcuni bambini dipingono un arcobaleno, forse desiderando un arcobaleno dopo la tempesta. Fantasie di salvataggio, invece, appaiono nei giochi e nei sogni dei bambini.

Alcuni dei sogni più terrificanti avvengono nei bambini a seguito di una bruciatura o di un abuso e in particolare durante le prime settimane dopo l'evento. La maggior parte dei sogni verificatesi dopo le bruciature si legano alla paura o al terrore dell'esperienza della bruciatura, oppure al trattamento in ospedale.
Molti studiosi hanno osservato che i bambini bruciati più acutamente hanno incubi, flashback o terrori notturni. Man mano che le settimane e gli anni passano, quei sogni legati alla bruciatura scivolano verso temi che riguardano il corpo, la paura o la perdita dell'attrazione e la stigmatizzazione della famiglia e dei pari.

Molti bambini negano di avere sogni o incubi per difendersi dai sentimenti associati al trauma; altri hanno sogni dettagliati e vividi.
Discutere dei sogni può essere un modo per aiutarli a trovare le parole che portano alle ferite del corpo che essi spesso solo lentamente comprendono; raccontare di nuovo un sogno di un trauma o riviverlo in un gioco spesso serve a esprimere affettivamente ed eventualmente elaborare l'esperienza traumatica.

I sogni possono, dunque, rappresentare una via regia alla comprensione dell'impatto del trauma nei bambini, soprattutto dei più piccoli di cui si conosce molto poco.

Contatta privatamente la Dott.ssa Loriangela Sena

Nome e Cognome
Urgenza
       
Mail (obbligatorio)
Telefono (facoltativo)
Domanda o richiesta appuntamento

CHE COSA SCRIVERE
Sentiti libero di chiedere alla Dott.ssa Loriangela Sena quello che desideri: un appuntamento, una consultazione o semplicemente la risposta ad una domanda. Scrivi tranquillamente, questo è un contatto iniziale.

NOTA
I navigatori sono tenuti a rispettare lo scopo di questo elenco.
I professionisti sono qui per aiutare le persone con il proprio lavoro, questo non è un luogo di aiuto tesi, bibliografie o pubblicità di qualsiasi tipo.

Scrivimi
Rendi più visibile il tuo Studio in Internet
ricevi contatti mirati in base alle tue competenze

Area Professionisti:

Contatta la Redazione: 0547.28909
(da lunedì al venerdì - orario 9:00-13:30 / 14:15-17:45)