Disturbo Disintegrativo dell'Infanzia

La Sindrome di Heller: disturbo pervasivo dello sviluppo dei bambini

Descrizione del Disturbo Disintegrativo dell'Infanzia

Si parla del Disturbo Disintegrativo dell'Infanzia quando nel bambino si nota un peggioramento dopo 2 anni di crescita normale e comunque prima dei 10 anni. Il bambino perde le capacità che aveva in precedenza: non riesce più ad esprimersi e a capire le cose, a coordinare i movimenti e a controllarsi, non trattiene la pipì e altri bisogni fisiologici.
Come nel Disturbo Autistico, gli interessi e le attività si riducono, i movimenti, i gesti e i modi di parlare diventano ripetitivi; i rapporti con gli altri problematici.
Questo disturbo viene anche chiamato Demenza infantile, Sindrome di Heller o Psicosi disintegrativa e ed è spesso associato a un Ritardo Mentale grave.

Dati statistici sul Disturbo Disintegrativo dell'Infanzia. Il Disturbo Disintegrativo dell'Infanzia rispetto al Disturbo Autistico è molto raro, ma alcuni dottori pensano che questo sia dovuto al fatto che spesso il disturbo non viene riconosciuto come tale.

Disturbo Disintegrativo dell'Infanzia: le cause

Sulle possibili cause del disturbo ci sono pareri diversi.
In generale si pensa che derivi da problemi del sistema nervoso centrale e in altri casi da vari problemi medici, ad esempio da malattie genetiche o recessive (come la leucodistrofia).

Disturbo Disintegrativo dell'Infanzia: i sintomi

Il Disturbo Disintegrativo dell'Infanzia si manifesta con:

Psicologi e Psicoterapeuti che si occupano di Disturbo Disintegrativo dell'Infanzia
Disturbo Disintegrativo dell'Infanzia: sottocategorie

Non ci sono altre forme di questo disturbo, ma spesso viene chiamato con nomi diversi: Demenza infantile, Psicosi disintegrativa e Sindrome di Heller.

Disturbo Disintegrativo dell'Infanzia: i test psicologici utilizzati

ADOS Autism Diagnostic Observation Schedule, SCQ Social Communication Questionnaire, ADI-R Autism Diagnostic Interview Revised.

Libri e romanzi in cui si parla del Disturbo Disintegrativo dell'Infanzia

"Linguaggi per la disabilità. Strumenti per l'uso dell'intelligenza emotiva e sociale", Bedin A.G., Giunti O.S., 2008

"Disabili, famiglie e operatori: chi è il paziente difficile? Strategie per costruire rapporti collaborativi nell'autismo e nelle disabilità dello sviluppo", Vivanti G.,Vannini, 2007

"La terapia multisistemica in acqua", Caputo G., Ippolito G., Maietta P., Franco Angeli, 2008

"Verso l'autonomia", Micheli E., Vannini, 2001

Corsi e Gruppi
Torino (TO) - Iscrizioni aperte Gruppo continuativo di Psicodramma
Il Gruppo è condotto con il metodo dello Psicodramma ideato da Jacob Levy Moreno (Psicodramma Classico). Il metodo, che mira ...
Articoli
"Ti vogliamo bene lo stesso...": quanto è difficile consolare e rassicurare qualcuno che sta male
Quando qualcuno sta male psicologicamente per qualsiasi motivo, è naturale che le persone intorno a lui (genitori, familiari, amici, ... Leggi tutto
La dipendenza affettiva: come riconoscerla e cosa fare per uscirne
L'Amore è un'esperienza di vita fondamentale per lo sviluppo di ogni individuo; è un'esperienza complessa, che comprende ... Leggi tutto
Rendi più visibile il tuo Studio in Internet
ricevi contatti mirati in base alle tue competenze

Area Professionisti:

Contatta la Redazione: 0547.28909
(da lunedì al venerdì - orario 9:00-13:30 / 14:15-17:45)